LO SPIRITO

DESCRIZIONE

OBIETTIVI

Quali sono oggi i racconti possibili di Mirafiori Sud?

Quali narrazioni affiorano, riverberano, popolano e prefigurano il quartiere e come dialogano tra loro? Quali immagini e immaginari plasmano lo spazio di questo pezzo di città?

Come si stratificano i tanti fogli di questi racconti e qual è il legame tra le storie e i luoghi di cui parlano?

 

Mirafiori in Mille Fogli è il progetto di un libro che racconti della Mirafiori di oggi, di ieri e forse di domani.

Si propone di assemblare una raccolta polifonica di voci dal/del/sul quartiere, attraverso un esercizio condiviso di narrazione - per parole, per fotografie, per immagini - e di ricerca collettiva sul legame tra gli spazi fisici e immaginari, contemporanei e non, che costruiscono questo pezzo di città.

Il progetto scaturisce dall’idea che, come degustando una porzione di millefoglie, si possa affondare tra i molteplici livelli di sguardi, di mondi, di racconti possibili di cui è costituito un luogo per cogliere il sapore d’insieme creato da quell’ensamble. Immergendosi tra gli spazi di Mirafiori allora, si può provare a trovare traccia e lasciare traccia - e da qui, il libro - di questa esperienza sensoriale e narrativa, contribuendo di fatto a riconoscere e riscrivere l’insieme degli strati che la compongono.

 

 

Il progetto prevede tre fasi, caratterizzate da diversi tipi di attività.

La prima è di formazione, ed avrà come focus l’avvicinamento alle tecniche di scrittura, disegno, fotografia con cui i partecipanti al progetto (divisi nei tre relativi gruppi) si cimenteranno per esprimere la propria voce nel raccontare la città e il territorio nel quale abitano. Questa fase prevede sia una parte seminariale - per conoscere come diversi artisti, nazionali e internazionali hanno utilizzato queste tecniche artistiche applicate al racconto dello spazio urbano - sia una parte di visita per avvicinarsi alle realtà cittadine che esplorano queste tecniche con fini professionali e/o formativi.

Il secondo momento è quello di esplorazione, ed avverrà attraverso lo svolgimento di tre cicli di workshop paralleli di disegno, scrittura e fotografia. I partecipanti, divisi in gruppi, saranno accompagnati da specifici tutor, professionisti dei settori di riferimento, in un percorso collettivo e/o individuale di applicazione di queste tecniche alla conoscenza e al racconto di Mirafiori Sud. Gli incontri settimanali si terranno nell’aula polivalente della Casa nel Parco.

La terza fase è quella di restituzione, ossia di “scrittura” vera e propria dei racconti che emergeranno durante le esplorazioni urbane per Mirafiori. I partecipanti al progetto potranno, sempre con il supporto dei tutor, elaborare dei contenuti in forma individuale e/o collettiva.

 

L’output finale del progetto è dunque la produzione di un libro, pubblicato in formato cartaceo e in formato digitale. Su questa pagina web saranno inoltre pubblicati i contenuti e i progressi del lavoro in forma di diario di viaggio elettronico e si potrà seguire il calendario degli appuntamenti.

La chiusura del progetto prevederà la presentazione del libro sul territorio cittadino, in particolare attraverso la Rete delle Casa del Quartiere di Torino.

 

 

Mirafiori in MilleFogli ha l’obiettivo di contribuire a una riscoperta e riscrittura del territorio attraverso le voci dei suoi stessi abitanti o di chi in altri modi lo vive, lo transita, vi lavora. Il beneficio fondante che si prefigge di portare é perciò quello di favorire la conoscenza dei luoghi e quindi di stimolare la produzione di testimonianze empiriche e di immaginari condivisi. La costruzione dello stesso processo narrativo -formazione, esplorazione, restituzione- è mirata a esortare la costruzione di un racconto collettivo che si confronti i significati e la vita contemporanea del quartiere con la sua memoria storica, individuale e non. Il diretto coinvolgimento di partecipanti che per motivi diversi vivono Mirafiori permetterà di ampliare il loro orizzonte di conoscenze e percezioni; la pubblicazione del libro, e la sua diffusione sul territorio - di Mirafiori, ma anche quello cittadino- amplierà la ricaduta su una comunità più vasta.